Lezione di tecnologia termoidraulica dell' ing. Fachiri

L’officina idraulica viene aperta nel 1990 quando vengono avviati i relativi corsi di formazione professionale per idraulici. I corsi di oggi, che seguono le direttive e le indicazioni dei profili professionali della regione Emilia Romagna,  sono denominati “Installatore manutentore di impianti termoidraulici”.
Il percorso ha durata biennale: tutta la parte pratica viene svolta  presso il laboratorio che è composto da tre reparti: uno per l’installazione di impianti, uno per la saldatura e uno per le manutenzione di apparecchi termoidraulici.
La prima parte del corso è incentrata sulla predisposizione dei diversi tipi di tubazione negli impianti, sulle varie applicazioni di raccordi e guarnizioni, sul riconoscimento delle relative unità di misura.

L'officina idraulica oggi

Gli allievi in questa prima fase si occupano di: taglio a misura, guarnizioni, impostazione delle possibili misure di un bagno, saldobrasatura dolce su tubi in rame.
Oltre all’aspetto tecnico gli istruttori dell’idraulica, che provengono dal mondo del lavoro e hanno maturato una lunga esperienza nel settore, dedicano energie e particolare attenzione al metodo di lavoro.

I ragazzi vengono guidati nel loro comportamento e nel loro atteggiamento che deve essere sempre in linea con lo sviluppo di una professionalità seria e affidabile, in vista di un possibile inserimento nelle aziende di riferimento.

Montaggio impianti

Proprio per questo al termine del primo anno di corso viene organizzato un periodo di stage nelle aziende del settore termoidraulico, durante il quale i ragazzi hanno l’occasione di misurasi quotidianamente con la realtà lavorativa. Il secondo anno di corso, avendo già acquisito la formazione di base, permette agli allievi di cimentarsi con molteplici attività lavorative: costruzione di impianti per il riscaldamento, per singole unità abitative oppure per centrali termiche; assistenza e montaggio di caldaie.
Oltre ad acquisire queste abilità manuali e lavorative, gli allievi sono chiamati a maturare dal punto di vista dell’autonomia lavorativa nel campo delle macchine. A questo proposito viene svolta una parte fondamentale del programma che riguarda la sicurezza sul lavoro, l’utilizzo di mezzi protezione specialmente nel reparto di saldatura, l’atteggiamento da tenersi nei cantieri, le regole di base per l’utilizzo di macchinari.

Prove di saldatura

Le macchine a disposizione dell’officina sono: saldatrici tig, saldatrici mig, saldatrici ad arco voltaico (elettrodo), cannelli ossiacetilenici, troncatrice a nastro e trapani di diverse tipologie. Durante il corso viene svolta inoltre una parte sulla normativa impiantistica regolata dalla leggi 10/46/1990 e dalle sue successive modifiche ed aggiornamenti. Il risultato al quale ogni ragazzo deve puntare, è la consapevolezza del proprio ruolo professionale, la capacità di mantenere un comportamento responsabile e affidabile. L’ ultimo periodo di lavoro presso le aziende costituisce una prova determinante nell’ottica di una prospettiva lavorativa: molti dei nostri allievi sono stati successivamente assunti dalle aziende in cui hanno svolto lo stage.

- Potete vedere tutte le immagini dell’ officina idraulica nella Foto gallery, categoria “Idraulica”.